CHIARA CONSONNI È SECONDA NELLA QUARTA TAPPA DEL WOMEN’S TOUR, MARTINA ALZINI È ARGENTO AGLI EUROPEI DI PISTA DI GRENCHEN NELL’INSEGUIMENTO A SQUADRE

Condividi

Un podio prestigioso per la bergamasca Chiara Consonni che nella quarta tappa dell’AJ Bell Women’s Tour ha conquistato un’ottima seconda posizione alle spalle della velocista olandese Lorena Wiebes. Una volata mozzafiato sapientemente preparata con le compagne di squadra Ilaria Sanguineti ed Elisa Balsamo che hanno collaborato per lo sprint di Chiara.

“Oggi abbiamo puntato su Chiara Consonni – racconta Davide Arzeni, d.s. della Valcar – Travel & Service – onore alla Wiebes che ha vinto questa quarta tappa. Oggi abbiamo fatto il massimo e devo ringraziare le mie atlete: Chiara ha disputato un buono sprint, Elena Pirrone e Margaux Vigié hanno lavorato bene durante la corsa, Ilaria Sanguineti ed Elisa Balsamo sono state brave ad aiutare Chiara nel finale. In particolare è da sottolineare la disponibilità di Elisa nel correre per Chiara: per un d.s. non è semplice chiedere ad una campionessa del mondo così veloce di essere a servizio di una compagna di squadra. Ma Elisa ha dimostrato ancora una volta disponibilità e senso di squadra: questo è il segreto del nostro gruppo meraviglioso. Nelle prossime tappe invertiremo i ruoli e punteremo su di lei nella speranza di riuscire a centrare la vittoria, anche se non sarà facile. Sono felice per come è andata oggi, il rammarico è stato nelle prime due tappe: nella prima Chiara è caduta, nella seconda non siamo stati pronti ad entrare nella fuga finale.”

Un secondo posto che ancora una volta attesta la bravura di Chiara Consonni che per altri due anni vestirà la maglia della Valcar – Travel & Service. Ma dalla Svizzera sono arrivate altre buone notizie per il team bergamasco: a Grenchen Martina Alzini infatti ha conquistato una medaglia d’argento ai campionati europei nell’inseguimento a squadre insieme a Rachele Barbieri, Martina Fidanza, Letizia Paternoster e Silvia Zanardi. L’oro è andato alla Germania che ha schierato tre delle quattro campionesse olimpiche in carica.