ROUND 7 WSBK/WSS CHAMPIONSHIP – DONINGTON AMARA PER GO ELEVEN

Condividi

Il mondiale superbike si conferma come uno degli eventi più amati qui in Inghilterra, e la folla di gente che ha riempito il circuito di Donington Park ne è una bellissima conferma. La superbike ha ritrovato il suo protagonista, Roman Ramos, rientrato dopo l’infortunio che gli è costato lo stop forzato ad Imola ed a Sepang. Roman ha sofferto un pò di dolore alla mano, ed al braccio destro, ma lui da buon lottatore ha stretto i denti ed ha conquistato due ottimi risultati, impreziositi da un problema al cambio che gli ha tolto però la possibilità di ottenere la top 10 in gara1.

Ondrej Jezek, autore di ottime prove è scivolato al primo giro della superpole, colpa di un cordolo toccato con la ruota anteriore, ed è scivolato nuovamente in gara nel corso dei primi passaggi lamentando una perdita di aderenza mai sofferta prima, fortunatamente nessuna conseguenza per il pilota.

Christian Gamarino che stava conducendo una gara stupenda che lo rivedeva nelle prime posizioni si è purtroppo dovuto fermare a causa di un guasto al motore, gettando al vento così tutte le speranze della squadra.

Roman Ramos 40 (WSBK Race 1; 13th): Oggi abbiamo perso un’occasione, potevo fare ottavo o forse meglio e sarebbe stato bellissimo al rientro, anche perchè ho bisogno di recuperare i punti persi in campionato, ma ho dovuto lottare per tutta la gara con un problema al cambio e per questo ho fatto troppi errori. Però io sto bene, la mia moto è competitive e in gara due potremmo lottare nuovamente con I migliori.

Roman Ramos 40 (WSBK Race 2; 13th): Per salvaguardare la mano infortunata ho utilizzato maggiormente il braccio destro, troppo però e mi faceva male. Avevo paura di non riuscire a finire la gara, ma i medici della clinica mobile hanno fatto un grande lavoro e sono riuscito a terminare la corsa anche in buona posizione. Sono arrabbiato perchè West mi ha fregato al fotofinish, forse ho avuto troppo traction control sul finale e lui è riuscito ad accelerare meglio di me.

Christian Gamarino 11 (WSS; rt): Abbiamo lavorato duramente per cercare il giusto set up che mi permettesse di essere veloce come lo ero in gara, mi sentivo bene, avevo un ottimo ritmo e avevo già recuperato parecchie posizioni, poi però un problema tecnico non ci ha permesso di ottenere il risultato che ci meritavamo….peccato!

Ondrej Jezek 69 (WSS; rt): Non so cosa sia successo, in gara non avevo feeling, soprattutto con l anteriore, il grip era inesistente ma non avevamo cambiato nulla dal warm up quindi anche se non me la sentivo ho provato a spingere e sono scivolato senza motivo…mi dispiace per la squadra che ha lavorato tanto e bene per tutto il fine settimana.

Denis Sacchetti (Team Manager): Siamo felici di correre qui, gli appassionati sono fantastici, nutrono sempre grande apprezzamento verso tutti i piloti dimostrando di amare il nostro sport prima del “personaggio”, cosa che in italia a volte si perde. Purtroppo nemmeno qui in Inghilterra abbiamo raccolto molto, al contrario delle aspettative, e quello che dispiace di più è l’essere consapevoli di poter arrivare a certi risultati ma non riuscirci per mille motivi diversi, questo crea molta rabbia. Ma noi non molliamo, un team si vede nei momenti difficili e noi siamo una grande squadra!
Team Go Eleven

Donington_ned_box grid 159 Donington_sob_dop_sbk 178 P. Donington_pat_dop_sbk 558 P. Donington_ned_ssp_race 219 P.